Implantologia Elettrosaldata

La Sincristallizzatrice è una apparecchiatura che permette di effettuare la saldatura direttamente nel cavo orale del paziente. Il processo di saldatura è di tipo elettrico senza apporto di materiale in atmosfera di gas inerte in accordo con i principi enunciati da Lorenzon. Tra i due elettrodi della pinza vengono posizionati i due elementi da saldare. L’energia contenuta in una batteria di condensatori, precedentemente caricati, viene trasferita agli elettrodi della pinza, la corrente che fluisce attraverso i punti di contatto tra le due parti da saldare scalda il materiale fino al punto di fusione realizzando il giunto saldato. Durante il ciclo il punto di fusione è protetto tramite l’apporto di gas Argon. Ciò evita che il punto di fusione, per effetto della temperatura possa reagire con l’ossigeno contenuto nell’aria producendo ossidazione e quindi decadimento delle caratteristiche meccaniche del materiale utilizzato. Il calore prodotto non raggiunge livelli pericolosi in quanto viene dissipato attraverso gli elettrodi sfruttando la maggior conducibilità termica del rame. Durante la fase di saldatura la pinza viene scollegata dalla rete elettrica. La saldatrice ha all’interno un microcontrollore che gestisce l’interfaccia utente tramite i tasti, l’encoder ed il display; attraverso le impostazioni programmabili viene data la possibilità di registrare una serie di programmi (job) che si possono personalizzare per i diversi elementi da saldare.

Il ciclo di saldatura è suddiviso in 3 differenti fasi, definite come:
1. fase di pregas: è necessaria per assicurare che l’atmosfera nel punto di saldatura sia libera da ossigeno prima di iniziare la fase di saldatura;
2. fase di saldatura: percentuale di energia erogabile agli elettrodi;
3. fase di postgas: è necessario che l’atmosfera sia libera da ossigeno finchè
la temperatura del giunto non abbia raggiunto un livello tale da evitare ogni
possibile reazione con l’ossigeno contenuto nell’aria.

Lo strumento permette di definire per ognuno dei 16 programmi (job) memorizzabili dalla macchina, questi tre valori per ogni specifica applicazione o particolare da saldare.
Prima di ogni ciclo di saldatura il microcontrollore verifica che ci siano le
condizioni corrette del circuito elettrico e del punto di saldatura.
Ciò significa che la resistenza elettrica del circuito complessivo deve essere
inferiore ad un valore prestabilito. Inoltre una cicala elettronica avvisal’operatore dell’inizio e della fine del ciclo di saldatura.
La macchina non può essere utilizzata su pazienti portatori di pacemaker.

Newsletter

Credits

Tutti i diritti riservati Copyright 2015 - Medical & Dental Center S.R.L. - P.Iva 05007181216 - Autorizzazione: DGRC 3958/01 - 7301/01

Visualizzazioni totali